IC LEFFE

RAV

Print Friendly, PDF & Email

 

RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE

 

Rapporto di autovalutazione 2019-22 in formato PDF 

 

Perchè il RAV?

Il RAV è uno strumento utile per supportare ogni istituzione scolastica nella lettura della propria situazione e confrontarsi in prima istanza con se stessa e poi anche con altre simili, osservando la propria posizione rispetto alle rubriche di qualità, esprimendo un giudizio sul proprio funzionamento organizzativo-didattico e sugli esiti degli allievi.
Il processo di miglioramento progressivo che parte dal RAV è finalizzato a promuovere scelte didattiche e organizzative condivise utili a realizzare al meglio gli obiettivi formativi di ogni scuola, centrati sugli apprendimenti e le competenze degli allievi.

Il modello italiano del Sistema Nazionale di Valutazione punta sul miglioramento degli esiti di ciascuna scuola, per ottenere il miglioramento del sistema stesso. Ogni scuola individua come migliorare se stessa anche se può usare benchmark esterni di riferimento (es. prove Invalsi) . Il processo di autoanalisi di una scuola può diventare una opportunità per coinvolgere l’intera comunità scolastica che ne può cogliere il vantaggio strumentale intrinseco . Il Dirigente Scolastico potrà favorire la più ampia partecipazione. Per far questo e per tradurre poi in operatività gli esiti di una auto -osservazione il più possibile collettiva, si avvale del N.I.V. (Nucleo Interno di Valutazione) .
Il N.I.V. oltre che dal DS, può essere composto dal Referente per l’ autovalutazione , da Funzioni strumentali, fiduciari di plesso, Responsabili di ordini di scuola, Referenti di specifiche aree, ecc…

Struttura del RAV

ll RAV presenta 11 distinte Rubriche di valutazione , corrispondenti alle aree oggetto di valutazione, presenti nel quadro di riferimento per i percorsi valutativi delle scuole (INVALSI, 2012).
Il contesto in cui opera la scuola non è oggetto di valutazione, per cui nel RAV non è presente una rubrica di valutazione per il contesto.
All’interno di ciascuna area sono presenti:
a) il criterio di qualità ;
b) la scala di valutazione a sette valori (1-7 : da molto critica a eccellente) ;
Per ciascuna Sezione di valutazione ci sono delle Domande guida e la possibilità di scrivere i Punti di forza e i Punti di debolezza e uno spazio per descrivere le motivazioni del giudizio assegnato.

Il Rapporto di Autovalutazione (RAV) si esplicita attraverso 49 indicatori, aggregati in 15 aree ed è articolato in 5 sezioni. La prima sezione, Contesto e risorse, permette alle scuole di esaminare il loro contesto e di evidenziare i vincoli e le leve positive presenti nel territorio per agire efficacemente sugli esiti degli studenti
La seconda sezione rappresenta gli Esiti degli studenti.
La terza sezione è relativa ai Processi messi in atto dalla scuola.
La quarta sezione invita a riflettere sul Processo di autovalutazione in corso e sull’eventuale integrazione con pratiche auto-valutative pregresse nella scuola.
L’ultima sezione consente alle scuole di individuare le priorità su cui si intende agire al fine di migliorare gli Esiti degli studenti , in vista della predisposizione di un piano di miglioramento.

Questo contenuto ti è stato utile?

Hai suggerimenti per migliorarci?