IC LEFFE

Organigramma

Print Friendly, PDF & Email

 

DIRIGENTE

Dirigente Scolastico: DOTT. FABIO ALBERTI

Il Dirigente scolastico, rappresentante legale dell’istituto autonomo, è il responsabile della gestione delle risorse finanziarie e strumentali e dei risultati del servizio.

Nel rispetto delle competenze degli organi collegiali scolastici, spettano al dirigente scolastico autonomi poteri di direzione, di coordinamento e di valorizzazione delle risorse umane.

In particolare il Dirigente Scolastico organizza l’attività scolastica secondo criteri di efficienza e di efficacia ed è il titolare delle relazioni sindacali.

Le sue funzioni ed il suo ruolo sono definiti, normativamente, dal D. lgs. 165/01 all’art.25 e dalla Legge 107/15.

ATA – SEGRETERIA

Il Direttore dei servizi generali e amministrativi (DSGA) sovrintende ai servizi amministrativo-contabili e ne cura l’organizzazione. Ha autonomia operativa e responsabilità diretta nella definizione ed esecuzione degli atti amministrativo-contabili, di ragioneria e di economato, anche con rilevanza esterna.

Ai sensi e per gli effetti dell’art. 25 bis D. lgs. 29/93, D. lgs. 165/01 e successive modificazioni ed integrazioni, il Direttore coadiuva il Dirigente nelle proprie funzioni organizzative e amministrative.

Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi (DSGA): sig.ra Giuseppina Gualdi.

 

COLLABORATORI DEL DIRIGENTE

Art. 34 CCNL Quadriennio Giuridico 2006 – 2009 – Attività di collaborazione con il dirigente scolastico

“1. Ai sensi dell’art.25, comma 5, del Decreto Legislativo n. 165/2001, e della Legge 107/15, all’ interno dell’organico dell’autonomia il Dirigente scolastico può nominare fino al 10% di docenti che lo coadiuvano in attività  di supporto organizzativo e didattico dell’istituzione scolastica. In tale numero sono  individuati il primo ed il secondo collaboratore che, all’occorrenza, assumono funzioni vicariali.

Le nomine sono annuali, vengono retribuite con il Fondo per il miglioramento dell’Offerta Formativa in base all’impegno orario stabilito in sede di contrattazione di Istituto.

Primo Collaboratore del DS: prof.ssa Romina Inciso.

Secondo Collaboratore del DS: ins.te Barbara Mosconi.

Rappresentanti di plesso

Nell’ambito dell’organico dell’autonomia (e fino alla concorrenza del 10 per cento di docenti che lo coadiuvano in attività di supporto organizzativo e didattico dell’istituzione scolastica) il Dirigente scolastico, per un’efficace gestione e organizzazione dei diversi plessi ed a garanzia di un regolare funzionamento degli stessi, nomina un docente fiduciario, il referente di plesso, al quale delega alcune mansioni fondamentali e indispensabili. Oltre che nell’ambito organizzativo, al referente di plesso spetta un ruolo importante anche nell’ambito relazionale per quanto riguarda i rapporti con i colleghi, con gli studenti e con le loro famiglie.

Responsabile Plesso Scuola Secondaria: prof.ssa Inciso Romina.

Responsabile Plessi Scuola Primaria di Leffe e Peia: ins.te Barbara Mosconi.

Consigli di classe/interclasse

I Consigli di classe e di interclasse sono gli organi collegiali in cui le diverse componenti scolastiche (Dirigente Dott. Fabio Alberti o un docente da lui delegato, docenti e genitori) si incontrano per pianificare e valutare costantemente l’azione educativa e didattica.

Il Consiglio di interclasse opera nella Scuola Primaria ed è composto dai docenti (inclusi quelli di sostegno se presenti) dei gruppi di classi parallele (o dello stesso ciclo o dello stesso plesso) e, per ciascuna delle classi, da un rappresentante dei genitori.
Presiede il Dirigente scolastico o un docente da lui delegato, facente parte del Consiglio.

Il Consiglio di classe opera nella Scuola secondaria ed è composto dai docenti di ogni singola classe (inclusi quelli di sostegno), da quattro rappresentanti dei genitori nella scuola Secondaria I grado e da due rappresentanti dei genitori.
Presiede il Dirigente scolastico o un docente da lui delegato, facente parte del Consiglio.

Decreto di Nomina a.s. 2019-20 Consigli d’Interclasse Sc. Primaria di Leffe e Peia

Decreto di Nomina a.s. 2019-20 Consigli di Classe Secondaria di Primo Grado Leffe

CONSIGLIO D’ISTITUTO

Il Consiglio di Istituto può essere definito principalmente come il “consiglio d’amministrazione” della scuola, dove sono rappresentate tutte le componenti dell’Istituto (docenti, studenti, genitori e personale non docente) con un numero di rappresentanti variabile (da 14 a 19) a seconda degli alunni iscritti. Viene rinnovato, di norma, ogni tre anni ed è presieduto da un genitore. Le attribuzioni del Consiglio sono stabilite dall’art.7 del decreto legislativo 297/1994. Il Consiglio elabora e adotta gli indirizzi generali e determina le forme di autofinanziamento della scuola, delibera il Programma annuale, approva il Conto consuntivo, regolamenta l’attività negoziale del Dirigente scolastico, l’adozione e le modifiche del Regolamento interno, stabilisce come impiegare i mezzi finanziari per il funzionamento amministrativo e didattico. Approva il calendario e regolamenta l’organizzazione scolastica; approva il piano triennale dell’offerta formativa.

Le riunioni del Consiglio di Istituto sono aperte al pubblico (ad eccezione delle sedute in cui si faccia questione di persone). Il pubblico non ha diritto di parola salvo precisa autorizzazione da parte del Presidente e nelle modalità stabilite dal regolamento interno dell’organo collegiale. Nella sua prima seduta il Consiglio elegge, tra i suoi membri, un Presidente e la Giunta Esecutiva.

Membri Consiglio di Istituto 2018-2021

Genitori: sig.ra Bertocchi Paola,sig.Bertasa Cristian,sig. Pezzoli Giovanni,sig.ra Sottocasa Monica,sig.ra Moro Debora, sig.ra Brignoli Jennifer.

Docenti Primaria: ins.te Castelli Monica (Primaria Peia),ins.te Mosconi Giuditta (Primaria Leffe),ins.te Negroni Raffaella(Primaria Leffe), ins.te Perini Marzia (Primaria Leffe).

Docenti Secondaria: prof.ssa Inciso Romina, prof.Senocrate Davide.

Giunta esecutiva

È un organo esecutivo il cui principale ruolo è quello di essere costantemente informato sulle esigenze della scuola ponendosi sempre al servizio del Consiglio, di cui deve predisporre i lavori, l’Ordine del giorno e controllare la corretta applicazione delle delibere.

La Giunta viene rinnovata, come il C.d.I., ogni tre anni tramite elezioni ed è composta da: 2 genitori, 1 insegnante, 1 rappresentante del personale A.T.A.

Sono membri di diritto della Giunta il Dirigente Scolastico dott. Fabio Alberti, che la presiede in rappresentanza dell’Istituto e il Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi (D.S.G.A.), che svolge anche funzioni di segretario della Giunta.

I compiti della Giunta sono:

-Predisporre il programma annuale e il conto consuntivo;

-preparare i lavori del Consiglio di Istituto;

-esprimere pareri e proposte di delibera;

-curare l’esecuzione delle delibere;

-proporre al Consiglio di Istituto il programma delle attività finanziarie allegando un’apposita relazione e il parere di regolarità contabile del Collegio dei Revisori; -predisporre il materiale necessario alla corretta informazione dei Consiglieri;

-predisporre l’O. d. G. del Consiglio tenendo conto delle proposte formulate dal     Presidente, dai singoli Consiglieri, dai Consigli di Classe, dal Collegio dei Docenti e dalle Assemblee dei Genitori.

Presidente: Dirigente Scolastico Dott. Fabio Alberti.

Segretaria D.S.G.A.: sig.ra Giuseppina Gualdi.

Membro Rappresentante Genitori: sig.ra Bertocchi Paola.

Membri Rappresentanti Docenti: ins.te Pezzoli Giovanni, prof. Senocrate Davide.

Membro Rappresentante ATA: sig.ra Pezzoli Giuseppina.

COLLEGIO DOCENTI

Il Collegio dei Docenti è formato dal Dirigente Scolastico DOTT. FABIO ALBERTI e da tutti gli insegnanti in servizio nei vari plessi dell’istituto. È l’organo responsabile dell’organizzazione didattica ed educativa dell’Istituto. Ha il compito di progettare, organizzare, verificare, controllare e valutare la vita didattica dell’Istituto. Può essere articolato in commissioni o gruppi di lavoro d’Istituto. I compiti del Collegio dei Docenti sono stati definiti dal D.L. vo 297/94. Ha potere deliberante in materia di funzionamento didattico dell’istituto. In particolare cura la programmazione dell’azione educativa anche al fine di adeguare i programmi di insegnamento alle particolari esigenze del territorio; esso esercita tale potere nel rispetto della libertà di insegnamento garantita a ciascun docente ed in particolare:

-Elabora ed approva il piano triennale dell’Offerta Formativa (PTOF) articolato nei suoi diversi aspetti;

– individua i docenti e le commissioni di lavoro che provvedono alla realizzazione dei progetti;

– esprime pareri sull’articolazione dell’organizzazione didattica (formulazione dell’orario delle lezioni, formazione delle classi, assegnazione dei docenti alle classi);

– valuta e verifica l’andamento complessivo dell’azione didattica proponendo misure per il miglioramento dell’attività scolastica.

Il Collegio è convocato dal Dirigente Scolastico o, su richiesta, da 1/3 dei docenti e tutte le delibere approvate devono essere rese operative in ogni plesso dai Consigli di Intersezione, di Interclasse e di Classe.

FUNZIONI STRUMENTALI

Le Funzioni Strumentali sono individuate dal Collegio docenti, che individua le aree di pertinenza delle medesime funzioni per la piena realizzazione degli obiettivi del Piano triennale dell’offerta formativa. Le funzioni strumentali sono nominate dal Dirigente scolastico, dietro presentazione di autocandidatura, nel rispetto dei criteri stabiliti dal Collegio docenti. I relativi compensi sono definiti dalla contrattazione d’istituto.

Coloro che ricoprono questi incarichi possiedono particolari competenze e capacità nelle aree di intervento individuate per favorire a livello progettuale ed organizzativo l’attuazione di quanto indicato nel piano triennale dell’Offerta Formativa (P.T.O.F.).

I docenti titolari di funzioni strumentali, nei rispettivi ambiti, agiscono svolgendo attività di coordinamento organizzativo e didattico secondo le indicazioni formulate dal Collegio dei Docenti anche a sostegno del lavoro degli insegnanti. Fanno parte dello staff del Dirigente Scolastico e rappresentano un elemento professionale di raccordo fra i docenti e la direzione della scuola.

F.S. Informatica e nuove Tecnologie-animatore digitale: ins.te Mosconi Barbara.

F.S. PTOF: prof.ssa Inciso Romina.

F.S. Inclusione: ins.te Marino Linda.

F.S. Orientamento e Continuità educativo-didattica: prof. Senocrate Davide.

TEAM DELL’INNOVAZONE DIGITALE

Il Team per l’innovazione digitale ha la funzione di supportare e accompagnare l’innovazione didattica nell’ istituzione scolastica e l’attività dell’Animatore digitale (un docente di ruolo con spiccate capacità organizzative con il compito di seguire il processo di digitalizzazione della scuola di appartenenza).

L’Animatore digitale è chiamato ad organizzare attività e laboratori, formare la comunità scolastica sui temi del PNSD (Piano Nazionale Scuola Digitale), a individuare soluzioni metodologiche e tecnologiche sostenibili (ambienti di apprendimento integrati, biblioteche multimediali, ammodernamento di siti internet, etc.) e a lavorare per la diffusione di una cultura digitale.

Nomina componenti Commissione Innovazione Digitale a.s.2020/21

N.I.V. NUCLEO INTERNO DI VALUTAZIONE

Il Nucleo Interno di Valutazione è stato istituito con il compito di promuovere e realizzare le attività connesse al Sistema Nazionale di Valutazione, secondo quanto indicato nella normativa di riferimento (direttiva MIUR n°11 del 18 settembre 2014, D.P.R. n. 80/2013 e legge 107/2015).

Al N.I.V. sono da attribuire funzioni in ordine ai processi di autovalutazione dell’Istituzione scolastica, alla compilazione del R.A.V., alla programmazione delle azioni di miglioramento della scuola.

Il Nucleo Interno di Valutazione si occupa di:

-Coadiuvare il Dirigente nella predisposizione e monitoraggio del RAV, del PTOF e del Piano di Miglioramento;

-proporre, in intesa con il Dirigente scolastico, azioni per il recupero delle criticità;

-agire in stretto rapporto con i referenti di tutte le aree operanti nell’istituzione scolastica per una visione organica d’insieme;

-monitorare lo sviluppo diacronico di tutte le attività, progetti connessi col PTOF per garantirne la realizzazione e la coerenza reciproca nel rispetto dell’autonomia e della libera scelta dei gruppi di lavoro e referenti;

-convocare e ascoltare i referenti per un bilancio sulla progressione di attività e progetti;

-rendicontare al Dirigente scolastico gli esiti, le criticità e l’avanzamento delle azioni;

-predisporre il Bilancio Sociale ed individuare le modalità di presentazione.

Nomina componenti Commissione NIV a.s. 2020/21

G.L.I. GRUPPO DI LAVORO PER L’INCLUSIONE

Il Gruppo di lavoro per l’inclusione è presieduto e nominato dal Dirigente scolastico Dott. Fabio Alberti ed ha come specifico compito quello di definire le azioni strategiche finalizzate a supportare il Collegio dei docenti nella definizione e realizzazione del Piano per l’inclusione, nonché i docenti contitolari e i consigli di classe nell’attuazione dei Piani Educativi Individualizzati (PEI). La normativa di riferimento più recente in materia è il d.lgs. 66/17, attuativo della L. 107/15, modificato da decreto legislativo n. 96 del 7 agosto 2019.

In particolare, in relazione alle riunioni del Gruppo ad inizio d’anno, le scuole definiscono tempi e modalità degli incontri anche sulla base di un periodo di osservazione degli alunni in ingresso, al fine di poter stabilire necessità di interventi finalizzati all’inclusione.

Il GLI è composto dai docenti curricolari, docenti di sostegno ed eventualmente dal personale ATA, nonché dagli specialisti della Azienda sanitaria locale del territorio di riferimento dell’istituzione scolastica. Al fine di realizzare il Piano di inclusione e il PEI, il GLI collabora con il Gruppo per l’Inclusione Territoriale (GIT) e con le istituzioni pubbliche e private presenti sul territorio.

Nomina componenti Commissione GLI a.s. 2019-20

Referenti DSA-BES, DISABILITÀ, INTERCULTURA

 Gli insegnanti referenti sono insegnanti che hanno una formazione specifica ed esperienza in merito alla sensibilizzazione e all’approfondimento delle tematiche riguardanti i disturbi specifici di apprendimento, i bisogni educativi speciali la disabilità e l’intercultura; rappresentano un supporto vero e proprio ai colleghi insegnanti direttamente coinvolti nell’applicazione didattica per facilitare il processo di apprendimento degli alunni e per promuovere la piena integrazione di ogni alunno nel contesto della classe e della scuola. (Legge 270/2010, DM del 12/07/2011, linee Guida DSA, DM 27/12/2012, legge 107/2015, CM n°2 del 08/01/2010, linee guida per l’integrazione degli alunni stranieri).

Referente Intercultura e referente di plesso Scuola Primaria: ins.te Ghilardi Daniela.

Co-referente Intercultura e referente di plesso Scuola Secondaria di Primo Grado: prof.ssa Ghilardi Marta.

COMMISIONI DI LAVORO:

Per esplicitare in chiave progettuale ed operativa le linee programmatiche elaborate dal Collegio dei Docenti, vengono individuate delle commissioni formate dai docenti dell’Istituto, deliberate dal Collegio dei docenti stesso, che si occupano di particolari aspetti correlati al P.T.O.F. con incarichi specifici:

REGOLAMENTO

Il regolamento d’Istituto è l’insieme delle regole di un istituto scolastico nell’ ambito della propria autonomia, per garantire il corretto funzionamento della scuola.

 Nel rispetto dell’autonomia scolastica e dello Statuto delle studentesse e degli studenti, il regolamento di Istituto prevede le modalità per attivare un dialogo costruttivo tra studenti, da un lato, e docenti e Dirigente scolastico dall’altro, in tema di programmazione e definizione degli obiettivi didattici, di organizzazione della scuola, di criteri di valutazione, di scelta dei libri e del materiale didattico. Disciplina l’esercizio del diritto di associazione all’interno della scuola e del diritto degli studenti a svolgere iniziative al suo interno, l’utilizzo dei locali, le procedure di elaborazione e sottoscrizione da parte dei genitori e degli studenti del Patto educativo di corresponsabilità, volto a definire il rapporto tra istituzione scolastica autonoma, studenti e famiglie.

Nomina componenti Commissione Regolamento d’Istituto a.s. 2019-20

BULLISMO E CYBERBULLISMO

La legge sulla prevenzione e il contrasto del cyberbullismo attribuisce alle istituzioni scolastiche, oltre che al Miur e ai suoi uffici periferici (UU.SS.RR.), nuovi compiti e nuove responsabilità.

Le scuole hanno il compito di promuovere l’educazione all’uso consapevole della rete internet e l’educazione ai diritti e ai doveri legati all’utilizzo delle tecnologie informatiche. La legge prevede la figura di un coordinatore delle iniziative di prevenzione e contrasto del bullismo e del cyberbullismo messe in atto dalla scuola (Legge 71/2017).

Nomina componenti Commissione Bullismo e Cyberbullismo a.s. 2019-20

AGENDA 2030

L’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile è un programma d’azione, sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU, che mira alla prosperità del pianeta e dei suoi abitanti.

Essa ci segnala 17 obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile da raggiungere entro il 2030 che coinvolgono direttamente la scuola: “Fornire un’educazione di qualità, equa ed inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti”. Le Indicazioni Nazionali, inoltre, si sono recentemente arricchite del documento “Indicazioni nazionali e nuovi scenari” , in cui si puntualizza la necessità impellente di educare alla cittadinanza e alla sostenibilità, coinvolgendo tutte le discipline e l’intero progetto formativo.

Nomina componenti Commissione Agenda 2030 a.s. 2020/21 

COMITATO DI VALUTAZIONE

Il comma 129 della L 107/15 ha modificato l’art. 11 del Dlgs 297/94 che disciplinava il “comitato per la valutazione del servizio dei docenti” introducendo il comitato per la valutazione dei docenti che ha durata di tre anni scolastici, è presieduto dal dirigente scolastico ed è costituito da: a) tre docenti, di cui due scelti dal collegio e uno dal consiglio di istituto; b) due rappresentanti dei genitori, per la scuola dell’infanzia ed il primo ciclo di istruzione; un rappresentante degli studenti ed uno dei genitori, per il secondo, scelti dal consiglio di istituto; c) un componente esterno individuato dall’USR tra docenti, dirigenti scolastici e dirigenti tecnici

Il comitato (nella sola componente tecnica: dirigente scolastico, che lo presiede, dai tre docenti ed è integrato dal docente a cui sono affidate le funzioni di tutor e che provvede all’istruttoria) esprime il proprio parere sul superamento del periodo di formazione e di prova per il personale docente ed educativo.

Nella componente plenaria il comitato individua i criteri per la valorizzazione dei docenti sulla base: a) della qualità dell’insegnamento e del contributo al miglioramento dell’istituzione scolastica, nonché del successo formativo e scolastico degli studenti; b) dei risultati ottenuti dal docente o dal gruppo di docenti in relazione al potenziamento delle competenze degli alunni e dell’innovazione didattica e metodologica, nonché della collaborazione alla ricerca didattica, alla documentazione e alla diffusione di buone pratiche didattiche; c) delle responsabilità assunte nel coordinamento organizzativo e didattico e nella formazione del personale.

Nomina componenti Comitato di Valutazione triennio 2018/2021

Il membro esterno, nominato dall’USR Lombardia, è la dott.ssa Annalisa Bonazzi

 

COMMISSIONE SICUREZZA

La Commissione Sicurezza di una scuola è istituita per gestire le problematiche normate dal D. Lgs. 81/08. La Commissione Sicurezza di norma si riunisce all’inizio di ogni anno scolastico con i seguenti fini:

-Verificare lo stato degli arredi, della segnaletica di emergenza e degli impianti dei diversi ambienti e l’aggiornamento della valutazione dei rischi per i singoli plessi;

-verificare la composizione della squadra di emergenza e primo soccorso, nel caso in cui il personale che ne faceva parte l’anno precedente si sia trasferito o non possa più svolgere le sue funzioni;

-rilevare ed eventualmente segnalare all’Ente proprietario dello stabile le disfunzioni dei locali e degli impianti o la non rispondenza di essi alle norme di sicurezza.

La Commissione si riunisce, inoltre, ogni qual volta si verifichino situazioni particolari che mettano in luce necessità di intervenire urgentemente e di organizzare le modalità delle prove di evacuazione rapida dei locali dell’edificio.

Dirigente Scolastico: DOTT. FABIO ALBERTI.

RSPP e responsabile sicurezza ad interim plessi Scuola Secondaria di Primo Grado e Primaria di Leffe: prof. Mascolo Angelo.

ASPP plesso Scuola Primaria di Peia: ins.Ongaro Giovanni.

 

RSPP Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione

Il RSPP rappresenta il “consulente” interno del Dirigente scolastico in qualità di Datore di Lavoro a cui si rivolge per l’esatta applicazione della normativa di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, può essere interno o esterno all’Istituzione scolastica e deve possedere specifici requisiti.

 L’articolo 33 del D. Lgs. 81/08 elenca i suoi obblighi che sono:

-Individuazione dei fattori di rischio, valutazione dei rischi, individuazione delle misure di sicurezza e salubrità dell’ambiente di lavoro;

-elaborazione delle misure preventive e protettive, dei sistemi di controllo delle misure adottate e dell’elaborazione delle procedure di sicurezza;

-proposte di programmi di formazione e informazione per i lavoratori.    All’interno della scuola collabora alla realizzazione del piano di sicurezza, valutazione rischi e segnala al datore di lavoro eventuali inadempienze o irregolarità sul lavoro in collaborazione con medico competente e RLS.

All’esterno della scuola si interfaccia essenzialmente con gli organi di vigilanza territoriali e, in sede di ispezione, affianca gli organi esterni fornendo loro chiarimenti in merito al documento di valutazione rischi. 

RSPP: prof. Mascolo Angelo.

ASPP Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione

L’ASPP è una figura complementare a quella dell’RSPP nello svolgimento delle sue funzioni e si occupa di svolgere una serie di compiti tutti finalizzati all’attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali per i lavoratori D.Lgs.81/08.

ASPP: ins.te Ongaro Giovanni.

 

RLS Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza

ll compito principale del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) sta nel monitorare la gestione della sicurezza affinché siano rispettate le norme stabilite dal Testo Unico sulla Salute e Sicurezza sul Lavoro (D.lgs. 9 aprile 2008, n. 81). 

Il RLS è il punto di riferimento dei lavoratori sugli aspetti che riguardano la salute e la sicurezza sul lavoro: sorveglia la qualità dell’ambiente di lavoro (igiene), partecipa alla prevenzione dei rischi lavorativi, agisce come punto di riferimento tra dirigente, lavoratori, sindacato ed istituzioni, controlla le condizioni di rischio e promuove le attività della sicurezza e avverte il responsabile dei rischi individuati.

RLS: prof. Salvatoni Luigi.